Piovi

Piovi!

Scaricala quell’acqua, perdio!

Dissolto il Sacro Piave,

dell’UNESCO patrimonio

solo ciottoli incandescenti;

a Bereguardo

le barche del ponte si adagiano,

pigre,

senza chiedere permesso,

sui sassi del fondale.

Al loro “Ehi!”,

sorridono paciose.

Piovi, Cristo santo!

“Che sarà se dalla corrente del Golfo ci siamo emancipati,

del protettivo ozono sbarazzati;

non abbiamo della terra l’asse meglio inclinato?”,

vociano politicanti e industriali.

“Tu fai il tuo e piovi!”

Te lo chiedo anch’io,

senza arche di salvataggio,

né messaggeri da deridere,

piovi, per cortesia.

Piovi, quaranta notti e quaranta dì,

un’altra volta.

Ancora.

Share
Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *